Révolutionnaire!

Révolutionnaire!

La Citroën AX compie 30 anni!

Nata dalla matita del designer Trevor Fiore, la AX fu lanciata al Salone di Parigi nel settembre del 1986 nella sola configurazione a tre porte, proprio per questo motivo andò ad affiancare la Visa che invece forniva anche l’opzione delle 5 porte.
La vettura, che era frutto di un progetto completamente nuovo, traeva beneficio dagli studi effettuati con il prototipo ECO2000 registrando un peso (circa 650 Kg a vuoto) ed una resistenza aerodinamica particolarmente contenuti.
La AX inoltre portò al debutto la nuova famiglia di motori a benzina TU da 954, 1124 e 1360 c.c., destinata ad equipaggiare svariati modelli del gruppo PSA nell’arco dei vent’anni successivi.
Nel 1988 il listino fu completato dall’arrivo della versione 5 porte, che sancì la fine della produzione della Visa, e del motore diesel da 1.4 litri.
Nello stesso anno la gamma si arricchì della versione Sport, equipaggiata con il motore da 1290 c.c. da 95 CV della cugina 205 Rallye, dalla quale riprese anche il colore bianco e l’equipaggiamento spartano. La grinta del motore alimentato con due carburatori doppio corpo, unita al peso “piuma” della AX permettevano una velocità massima di 185 Km/h e ne fecero una beniamina degli sportivi. Molti la utilizzarono come base per molte competizioni sportive sia nei rally che nei circuiti. 
Questa non fu però l’unica versione destinata ai piedi più pesanti, che potevano scegliere anche la GT da 1360 c.c. e 85 CV con un allestimento meno essenziale.
L’unico leggero restyling della carriera per la AX arrivò nel 1991 e, mentre esteriormente fu quasi impercettibile, (nuovi paraurti e portellone posteriore,) l’interno guadagnò una plancia dall’aspetto decisamente più robusto ed un design più pulito.
Quasi unica nella categoria, la AX 5 porte da 1,4 litri venne offerta anche con trazione integrale ed assetto rialzato adatto al fuoristrada leggero, offrendo un’alternativa meno spartana alla concorrente di casa Fiat.
In questa forma l’AX proseguì la propria carriera alla base della gamma Citroën fino al 1998, venendo fra l’altro offerta in molte serie speciali, fra le quali è forse più nota al grande pubblico quella legata al celebre showman Fiorello.

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppPrintEmailGoogle Gmail

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *